Come farsi pubblicità offline

Come la pubblicità offline sta cambiando

 

Si vocifera che la pubblicità offline sia morta, in realtà non è assolutamente così, sta semplicemente cambiando e non è detto che non possa essere paragonata alla stessa stregua delle pubblicità digitale del futuro.

Se da un lato è vero che il e digital advertising sta crescendo tanto, questo vale anche per la pubblicità offline, grazie sicuramente alle nuove tecnologie che stanno portando la pubblicità offline a vivere una seconda giovinezza che gli permetterà di trovare ancora spazio all’interno dei piani di marketing delle aziende. Esistono tantissimi modi per poter targettizzare le pubblicità offline, basta avere un po’ di inventiva.

In che modo la pubblicità offline sta diventando sempre più targetizzata?

 

Prendiamo degli esempi davvero unici come i nuovi schermi di Piccadilly Circus a Londra. Una rete di telecamere installate nelle vicinanze, sarà in grado di individuare l’età e il sesso dei passanti oltre che al tipo di automobili che transiteranno di fronte agli schermi. In questo modo gli schermi saranno in grado di mostrare delle pubblicità in linea con l’audience presente in quel momento nella piazza.

 

Come poter calcolare il ROI di una campagna offline

 

Tracciare i risultati di una campagna offline è certamente un’operazione complessa rispetto alle campagne online, ma si possono utilizzare diversi metodi:


  • utilizzo di un codice sconto personalizzato che permettere di calcolare quanto si è rientrato
  • nel caso della TV, analizzare l’andamento del traffico del tuo sito e stimare quanto ogni singolo spot abbia generato
  • studiare la propria brand reputation/awareness per capire se è migliorata/aumentata
  • analizzare l’incremento delle menzioni del proprio brand sul web
  • analizzare l’incremento del traffico brand sui motori di ricerca

Lo sai che la pubblicità offline può accrescere la notorietà? Per pubblicità offline si intende l’insieme delle attività pubblicitarie che non hanno nulla a che fare con internet: annunci pubblicitari, gli spot alla tivù, gli inserti nei giornali e nelle riviste, ecc. Ovviamente è anche possibile pensare di associare la pubblicità offline alla pubblicità online. Ad esempio, la pubblicità offline permette di attrarre l’attenzione dei consumatori, e quindi di aumentare le probabilità di trovare potenziali clienti. Inoltre con la pubblicità offline, è possibile raggiungere persone che non sono dipendenti da internet le quali saranno sicuramente propensi a fare acquisti nel negozio fisico.

Come si conduce e come si gestisce una campagna pubblicitaria offline?

Anzitutto predisponendo di un codice QR (Quick Response) una tipologia di codice a barre bidimensionale costituito da moduli neri disposti in un quadrato a sfondo bianco che consente di essere letto rapidamente da un lettore di codice a barre, un cellulare, uno Smartphone o una webcam. Il codice QR è in grado di indirizzare immediatamente su un negozio chiunque ne abbia visto la pubblicità.

Altra procedura è quella di scegliere i supporti in funzione al proprio target, ovvero fare una pubblicità mirata alla tipologia di negozio e riferita al cliente nonchè consumatore finale, che potrebbe essere un bambino, una ragazza giovane, un uomo maturo, ecc. Per supporti pubblicitari si intende la pubblicità sulle riviste associata ai pannelli pubblicitari, alla distribuzione di volantini, flyer, depliant, cataloghi, e all’applicazione di manifesti pubblicitari e cartelloni. Il mix tra pubblicità offline e pubblicità online è sicuramente una soluzione efficace per accrescere il proprio business.