Cos’è il polionda?

Forse non tutti sanno che il polionda risulta essere uno dei materiali per eccellenza studiato, creato ed appositamente realizzato per il settore della grafica, per permettere di ottenere un’eccellente comunicazione promozionale e pubblicitaria. Ecco perchè la stampa su polionda si colloca tra gli strumenti più utilizzati nel settore della pubblicità.

 

Qual’è il settore di utilizzo del polionda?

Il polionda viene impiegato per la realizzazione di cartellonistica di sicurezza per impianti sportivi, piste, fiere e manifestazioni sportive, cartellonistica per cantieri, zone di lavoro e movimentazione. Nello specifico viene impiegato per tutte quelle applicazioni che richiedono leggerezza e grande resistenza meccanica. Inoltre il materiale presenta anche la caratteristica di resistere alle escursioni termiche. Il supporto rigido è ideale per prespaziati con presa immediata e successiva removibilità, è anche il supporto ideale sul quale laminare elaborati digitali su adesivizzati o preincollati ed è predisposto per la stampa digitale diretta.

 

A quali esigenze risponde il polionda?

Si può pensare di utilizzare la stampa su polionda quando questa deve avvenire in ambienti esterni, infatti il materiale ha una forte resistenza agli urti, garantisce stabilità agli sbalzi termici ed agli agenti atmosferici, è robusto e infrangibile a basse temperature, inoltre è facile da trasportare.

 

Il polionda è un materiale attento e sensibile all’ambiente?

Il polionda può anche essere definito un materiale sensibile ed attento all’ambiente, composto da carbone e idrogeno, nella combustione emette solo diossido di carbonio e acqua (al pari di legno e lana) e a temperatura ambiente non emette gas pericolosi. Inoltre viene anche utilizzato nel campo alimentare, merito della bassissima concentrazione di metalli pesanti (cadmio, mercurio o piombo inferiore allo 0,001%).

 

Perchè il polionda è facile da lavorare?

Essendo molto leggero, il polionda si presta perfettamente ad ogni tipo di lavorazione, tanto da poter rappresentare uno dei migliori supporti in assoluto per la comunicazione pubblicitaria. Il materiale può essere forato, curvato e piegato con estrema facilità, può essere fissato con graffatrici, chiodi, viti e non richiede preforature. Principalmente consigliato per creare pubblicità di breve periodi per magazzini, centri commerciali, attività commerciali, negozi e supermercati.

 

Il polionda può essere piegato?

Essendo il polionda un materiale molto versatile, può essere piegato senza rischiarne la rottura, ma oltre ad essere tagliato, può anche essere fustellato e fissato in diversi modi.

 

Quando nasce il polionda?

Il pannello in polionda, ovvero in polipropilene alveolare, uno dei più utilizzati in ambito promozionale, nasce intorno all’anno 1954 per merito di Giulio Natta e Karl Ziegler, e viene prodotto per la prima volta, negli anni Sessanta dall’industria italiana Montecatini, l’attuale Montedison. Inutile dire che fu subito un grande successo, merito delle sue indiscusse qualità: il pannello è rigido e resistente, idrorepellente, resistente agli agenti chimici e agli sbalzi atmosferici. Altra caratteristica sta proprio nella sua conformazione, in quanto è in grado di assorbire gli urti efficacemente. Anche se esistono altri supporti rigidi per la stampa come per esempio il Forex, non esiste però nessun supporto di questa tipologia in grado di vantare un prezzo basso quanto quello dei pannelli in Polionda, ideale per un budget ridotto.

Nell’era del digitale gli opuscoli pubblicitari funzionano ancora perchè le persone hanno bisogno di tenere tra le mani qualcosa di concreto da sfogliare per rendersi conto del bene e del servizio proposto, delle qualità, delle caratteristiche, delle funzioni che servono per decidere all’acquisto.

 

Perchè realizzare l’opuscolo pubblicitario

L’opuscolo pubblicitario è perfetto per provare a convertire un curioso in cliente. Se l’opuscolo incuriosisce, può darsi che segua la “Call to Action”. In senso ancora più ampio, l’’opuscolo pubblicitario ha lo scopo di informare in merito ai prodotti, ai servizi e marchio.

 

Cosa occorre fare prima di creare l’opuscolo pubblicitario?

Prima di creare l’opuscolo pubblicitario è meglio effettuare un’operazione di Brain Storming su ciò che si desidera veramente comunicare. Per farlo occorre rispondere alle 5W (chi, cosa, perché, quando e dove) e mettere nero su bianco tutte le informazioni che non devono mancare nel documento senza dimenticare che un opuscolo ha diverse facciate e che le informazioni più importanti vanno nella prima e nell’ultima pagina, dal momento che sono le uniche due che si vedono anche quando l’opuscolo pubblicitario è chiuso.

 

Puntare sempre su un titolo accattivante!

Il titolo dell’opusculo deve avere grande impatto e deve saper spiegare col massimo della chiarezza di che cosa parla l’opuscolo, quali benefici offre a chi lo sfoglierà e lo leggerà tutto. La scelta del titolo dell’opuscolo è fondamentale perché offre il modo di guadagnare la fiducia del pubblico. Se il titolo funziona, la persona aprirà l’opuscolo ed inizierà a sfogliarlo.

 

Qual’è la forza degli opuscoli pubblicitari?

Gli opuscoli pubblicitari funzionano ancora perchè hanno in sè una grande forza ed è quella di arrivare diretti alla mente ed al cuore del consumatore.

Gli opuscoli pubblicitari infatti continuano ad essere un veicolo fondamentale per qualunque attività che voglia farsi conoscere e presentare i propri prodotti e servizi. La forza di questo tipo di marketing è data dal fatto che ogni singolo elemento rappresenta un oggetto concreto di interazione. Gli opuscoli sono tangibili e trasportabili, possono essere riletti più volte anche nei momenti di calma, dove le persone hanno maggiore tempo da dedicare alla loro visione. Gli opuscoli sono indispensabili anche in fiera, ad esempio, perchè i visitatori si aspettano di ricevere qualcosa, magari proprio nel contesto della fiera, associato ad un gadget. L’opuscolo ha ha ancora una potenza che non può essere ignorata perché riesce a presentare ottimamente prodotti e servizi senza essere costantemente legati alla tecnologia e, soprattutto, ha la forza di portare il cliente alla porta della tua impresa. Naturalmente per ottenere il risultato desiderato, l’opuscolo deve essere realizzato in maniera professionale con qualità impeccabile, dando la giusta importanza alle immagini che diventano lo strumento principale della comunicazione.

Essa racconta la storia di un’azienda, il suo profilo, le attività svolte, proprio attraverso le immagini ed attraverso la descrizione di suoi punti di forza; per questo motivo deve riuscire a catturare l’attenzione di chi lo legge. Anche in futuro il marketing aziendale difficilmente potrà fare a meno di tale mezzo promozionale, proprio perchè l’opuscolo pubblicitario non smetterà mai di esercitare la sua influenza e forza persuasiva.

Basta un po’ di originalità e creatività per poter trasformare un gadget promozionale, in un gadget promozionale vincente che esca dall’anonimato. Vediamo come!

Il gadget promozionale vincente rappresenta in assoluto il miglior biglietto da visita per l’azienda e serve a consolidare il legame tra il brand ed il target di riferimento. Non dimentichiamo infatti che i gadget personalizzati risultano essere sul mercato un prodotto davvero vincente.

I gadget personalizzati possono essere molto invasivi, hanno un costo relativamente basso e sono mirati al target.

Le regole per creare gadget promozionali vincenti, ricorda IotiStampo, sono principalmente 3:

 

  1. Devono essere ATTRAENTI, questo significa che devono essere desiderati e desiderabili, chi li vede li deve volere a tutti i costi. Qualsiasi sia il gadget, anche se si tratta di un oggetto già posseduto, deve sembrare di non esserlo!
  2. Devono saper COMUNICARE e devono essere coerenti al messaggio che vogliono comunicare. Le aziende di informatica, ad esempio, possono optare per una chiavetta, ovvero, al gadget inerente al proprio settore.
  3. Devono essere UNICI infatti basta un piccolo particolare, pensiamo ad esempio alle penne di cui tutti siamo più o meno pieni.

Altra strategia è quella di pensare ad un gadget che abbia doppia valenza, ovvero che sappia fare insieme una o più cose.

Essere intelligenti oltre che creativi, significa trasmettere un messaggio davvero convincente e significa che il proprio gadget non andrà presto dimenticato in qualche cassetto.

 

I gadget promozionali vincenti devono saper convertire

Veicolare una promozione attraverso il gadget è una grande strategia per relazionarsi con il cliente. Quelli di maggior successo sono quelli che vengono utilizzati con maggior frequenza nel quotidiano.

Il PPAI (Promotional Products Association International), ha reso di recente pubblici i dati di una ricerca in grado di supportare la tesi che i gadget promozionali sono un ottimo modo per promuovere il proprio brand:

 

  • il 94% delle persone ricordano quando e dove hanno ricevuto un articolo promozionale
  • l’84% dimostra di averlo apprezzato
  • l’85% è addirittura disposto a fare business con l’azienda che l’ha fornito.
  •   Il 58% delle persone che hanno ricevuto il gadget promozionali afferma di conservarli per un periodo da uno a 4 anni.
  •   L’89% di questi è incline a ricontattare l’azienda fino a 24 mesi dopo aver ricevuto il gadget.

I nuovi ambassador delle aziende sono Social Influence

Questo è un “in piena”, ovvero, in massima espansione ed i Social Influencer detengono un ruolo sempre più importante nel promuovere le aziende. Si tratta di figure molto seguite nel web a cui le aziende affidano i loro gadget promozionali con il compito di pubblicizzarli attraverso la loro popolarità diffondendo il nome del brand.

Pensate che online esistono anche aziende che creano il gadget promozionale low cost in sole 24 ore, proprio perchè l’idea deve essere veloce e non può aspettare di lasciare il passo al competitor! Nella scelta è perciò anche importante individuare l’obiettivo: il gadget viene regalato per fare conoscere l’azienda o per farsi premiare? Si può puntare sulla qualità anche senza fare investimenti importanti, l’importante, come abbiamo scritto, è che il gadget sia utile e coerente con il brand!

Le aziende, hanno sempre la necessità di sviluppare una strategia di marketing per la vendita di prodotti e/o servizi. Devono anche pianificare come ed in quali tempi riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il primo passo per sviluppare una strategia di marketing è quello di definire il servizio offerto e soprattutto la finalità, determinare quindi quelli che risultano essere i vantaggi per i clienti. Per fare ciò è necessario sviluppare una strategia di marketing atta a posizionare beni e/o servizi sul mercato, andando a puntare sulla nicchia di riferimento, soprattutto quando esistono già altri prodotti e/o servizi simili. Anche sviluppare uno studio di mercato basato sul target di riferimento è importante, scoprire età, sesso, comportamento del cliente tipo, ricorda Iotistampo in questo articolo. Cercare di capire quelli che sono i problemi del cliente tipo, le carenze, le richieste, ed aiutarlo così a risolvere. Lo studio di mercato serve proprio per avere le informazioni necessarie alle varie tendenze di mercato.

Studiare la concorrenza è un’altra delle strategie da utilizzare, confrontare i prezzi, mettere a confronto prodotti e/o servizi, valutare tutti gli aspetti, sia quelli negativi, sia quelli positivi, questo serve anche a pianificare un’altra strategia che è quella pubblicitaria.

Durante tutti questi fasi è bene riuscire fin subito a stabilire un budget per pianificare la strategia di marketing in modo che tutto rientri perfettamente nei parametri. In base al budget preventivato è possibile attuare lo sviluppo di diverse strategie marketing: commercializzazione tramite internet, lettere pubblicitarie, eventi promozionali, ecc.

Quando la strategia di marketing va modificata

Sviluppare una strategia di marketing può portare sì ad un adeguamento, ma anche ad un cambiamento e ad una o più modifiche durante il suo corso, questo perchè la clientela cambia continuamente, pertanto è sempre necessario essere al passo con i gusti dei clienti e dei consumatori. Questo è un aspetto molto importante che non va assolutamente sottovalutato. Non si può restare fermi nelle proprie convinzioni perchè i competitors non si farebbero scrupoli a prendere la leadership del mercato.

Non sottovalutare il potere dei social media

Sviluppare una strategia di marketing significa anche non sottovalutare il potere dei social media, quindi avere una pagina Facebook, essere presenti su Twitter, Instagram, questo serve a migliorare la propria credibilità, ma soprattutto ad avere il maggior numero di sostenitori.

Anche stabilire i metodi di distribuzione del prodotto e/o servizio, è un aspetto da considerare con molta attenzione, perchè la decisione che l’azienda prende serve ad influire su tutte le strategie di vendita.

Saper sviluppare una buona strategia di marketing è essenziale al fine di ottenere numerosi vantaggi e risultati positivi sulle vendite, risultati altamente gratificanti, per quanto riguarda l’immagine dell’azienda e sicuramente aiuta a mantenere un buon rapporto con i clienti, anche in termine di fidelizzazione. E’ in questo modo che si creano tante opportunità oggettive che servono a raggiungere gli obiettivi inizialmente prefissati dall’azienda. Il successo arriva anche dal superamento delle resistenze, e come abbiamo scritto sopra, dal fatto di sapersi confrontare con i cambiamenti.

Assicurare visibilità a propri contenuti ed ai propri prodotti è uno degli obiettivi più importanti perseguiti dalle aziende e dagli operatori del settore della comunicazione online. Creare contenuti unici ed originali e posizionarli adeguatamente sui motori di ricerca è un’attività che richiede grande perizia e competenza.

Fino a qualche anno fa per web design s’intendeva la pratica di “traduzione” di una bozza grafica creata da un graphic designer in codice web. Un disegno digitale creato con un software di grafica o fotoritocco, come Adobe Photoshop o Illustrator, permette di creare in breve tempo un’anteprima del sito web da mostrare al cliente. Essa poi viene trascritta dalla figura professionale del web designer con il cosiddetto codice web, ovvero un insieme di linguaggi di programmazione e formattazione che consentono di comunicare al browser cosa visualizzare all’interno della pagina. Questo procedimento porta alla realizzazione dell’intera componente grafica di un sito web. Oggi siamo nell’epoca del Web 3.0 e disponiamo di linguaggi di programmazione che facilitano il nostro lavoro. Lo stesso web designer crea le bozze e le realizza direttamente in codice web. Si può affermare che ormai l’80% dei siti non adopera più le bozze e, grazie all’utilizzo dei template, è possibile velocizzare sensibilmente i tempi di realizzazione.Continua a leggere

samsung galaxy note8

Le case produttrici di smartphone hanno già iniziato a mostrare le novità.
Si tratta di cellulari e tecnologia hi-tech di ultima generazione, quindi con caratteristiche decisamente innovative.
I display si fanno sempre più allungati, doppia fotocamera e tecnologia OLED, inoltre avranno sistemi di riconoscimento facciale, realtà virtuale, scansione dell’irride e intelligenza artificiale.

Già in vendita da Uniero è Samsung Galaxy Note 8: display da 6,3 pollici, risoluzione pari a 2160 x 3840, SO Android Nougat Processore Samsung Exynos 8895, Fotocamera primaria da 13 Mbixel e memoria espandibile fino a 256 GB. Se vuoi risparmiare, puoi utilizzare un codice sconto Unieuro che trovi qui.
A fine agosto è uscito il V30 LG: sei pollici Amoled e Android Nougat per una risoluzione pari a 1440 x 2880, memoria fino a 64 GB espandibile fino a 256 M, processore Snapdragon 835.
Molto atteso l’Huawei Mate, top gamma Huawei, che presenta novità il nuovo processore HiSilicon Kirin 970 con caratteristiche principali minori consumi e elevate prestazioni. Con questo prodotto dovrebbe inoltre fare la sua entrata nel mercato l’Intelligenza Artificiale con dei software prodotti in proprio. Insieme al modello Huawei Mate, ad ottobre, o così dicono le previsioni, dovrebbe anche essere disponibile l’arrivo dell‘iPhone8 che aumenta la realtà virtuale oltre al sistema Operativo iOS11, processore Apple A11, telecamera 12 Mps con zoom 2x e mappatura 3d, scomparsa di tutti i tasti e rilevamento ambientale. Ma nello stesso periodo uscirà Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL, con Google Assistant, Google Daydream, sensori sulla scocca, display on e, da quanto sembra, molto altro ancora.Continua a leggere

Con mezzo miliardo di utenti, Facebook è stato in grado di portare i clienti già acquisiti e i potenziali, molto più vicino alle aziende. Per questo è considerato un efficace strumento di web marketing, ciò nonostante, non ancora tutti hanno deciso di integrarlo al proprio modello di comunicazione online.

Perchè la pagina Facebook sia gestita al meglio,  è necessario curarne l’aspetto e valutare che  sia in linea con l’immagine aziendale: creare i contenuti, verificare l’andamento, far interagire i fan, gestire situazioni di social crisis.Continua a leggere